PigmentiPost
0

Rosso di Cadmio

per LE RICETTE DI GIALLOLITARGIRIO: LA SCIENZA DEI PIGMENTI parleremo del rosso di cadmio.

Il rosso cadmio è un pigmento di aspetto molto brillante, viene usato per dare effetto ai quadri vivaci. Si tratta di un solfoseleniuro di cadmio ovvero una miscela di solfuro e seleniuro di cadmio con contenuto di Cd compreso fra 15 e 30%, i pigmenti che si vengono a formare sono quindi soluzioni solide fra solfuro di Se nel solfuro di Cd.

Questo pigmento viene utilizzato dal 1840 fino ad oggi, ma per via della sua tossicità c’è il rischio che venga bandito; infatti questo pigmento non è più utilizzato nella produzione di giocattoli.

Il colore ha una tonalità che può variare dall’arancio chiaro fino al porpora.

È un pigmento molto stabile se puro ma comincia ad sviluppare fenomeni di bleaching o scurimenti quando contiene impurezze.

Per produrre il pigmento si parte dal nitrato di cadmio dal quale con soda Solvay si precipita il carbonato di cadmio che si scalda con fiori di zolfo.

È il celeberrimo rosso utilizzato da Matisse per le sue opere.

Esempi di utilizzo: Henri Matisse, Interior with Black Fern, 1948; Piet Mondrian, Broadway Boogie Woogie; Jackson Pollock, Mural.

Identificazione: XRF, Raman, FORS.

FONTI

http://lem.ch.unito.it/didattica/infochimica/2008_Il_Rosso/HTML/rosso_cadmio.html
Wikipedia
I pigmenti nell’arte, N. Bevilacqua,
La chimica nel restauro, Matteini Moles

Immagini

File:Piet Mondrian, 1942 – Broadway Boogie Woogie.jpg (wiki commons)

Tags: , , , , ,

More Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Post più letti
Menu