MolecolePost
0

La Chimica delle Maschere Antigas: l’Esametilentetrammina

Per la rubrica: LA MOLECOLA DEL GIORNO, oggi parleremo dell’ESAMETILENTETRAMMINA!

È stata sintetizzata per la prima volta da Butlerov nel 1859.
Viene prodotta a livello industriale facendo reagire ammoniaca e formaldeide.
L’esametilentetrammina ha una struttura a gabbia con simmetria tetraedrica composta da quattro atomi di azoto legati da ponti metilenici.

La storia di questo composto va di pari passo con uno dei momenti più bui dell’umanità ma si può dire che il suo utilizzo sia stato lo scudo che ha protetto migliaia di soldati da una molecola spaventosa: il fosgene.
Il suo impiego principale è stato durante la WW1 come reagente chimico nelle maschere antigas, la più famosa delle quali è la small box respirator (1915-1917) prodotta in due modelli ed ideata dal tenente colonnello Harrison.
Data la sua efficacia venne adottata da altre truppe oltre all’esercito inglese.
Questa tipologia di maschera antigas portava con se alcune limitazioni fra cui: diminuiva le performance dei soldati, le lenti tendevano a fare condensa e la mascherina tendeva a perdere aderenza con il tempo necessitando quindi di manutenzione periodica.
La produzione di queste mascherine da parte dell’Inghilterra ha raggiunto le 50 milioni che sono state distribuite agli alleati ed ai civili.

Fonti:
Pagniello – L’arma chimica
Wikipedia (Small Box Respirator)
Wikipedia (Esametilentetrammina)

Immagine:
Photograph of a soldier in a British Small Box Respirator, Source (1923). Medical Services: Diseases of the War: Including the Medical Aspects of Aviation and Gas Warfare and Gas Poisoning in Tanks and Mines. History of the Great War Based on Official Documents by Direction of the Historical Section of the Committee of Imperial Defence II. London: HMSO. OCLC 769752656. Retrieved 13 September 2013, MacPherson, W. G.; Herringham, W. P.; Elliott, T. R.; Balfour, A.
formula di struttura dell’esametilentetrammina, Paginazero, Wikipedia

Tags: , , ,

More Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Post più letti
Menu