AromiPost
0

La Chimica della Noce Moscata


Per la rubrica: la molecola del giorno, oggi parleremo delle incredibili proprietà della noce moscata.

La noce moscata è il seme della myristica fragrans. Le prime prove dell’uso della noce moscata sono relative a 3500 anni fa in Indonesia ma si diffuse in Europa solo nel XVI secolo sia in cucina che in profumeria.

L’aroma della noce moscata è dovuto ad una miscela di molecole come:
• MIRISTICINA, è un composto comune in spezie ed erbe. Porta ad avere il classico aroma legnoso e balsamico tipico della noce moscata. Risulta essere un precursore per le anfetamine sostituite e si pensa che possa essere metabolizzato in MMDA nel corpo umano producendo gli effetti allucinogeni tipici della noce moscata. Questo composto possiede anche un effetto citotossico ed il suo abuso può risultare mortale.
• EUGENOLO, è un allilbenzene comune nelle spezie e che dona alla noce moscata il suo classico aroma speziato.
Il mix di molecole che compongo la noce moscata, come dimostrato da Tajuddin et al. (2005), hanno un forte effetto afrodisiaco producendo un significativo aumento della libido nei topi maschi trattati con estratti al 50% di etanolo.

Fonti:
Wikipedia (Nutmeg, Myristicin, Eugenolo)
doi:10.1186/1472-6882-5-16
Immagine:
Flickr – Marco Verch Professional Photographer

Tags: , , , ,

More Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Post più letti
Menu