IsotopiPost
0

La chimica delle sigarette: il polonio

GIORNATA MONDIALE PER LA LOTTA AL FUMO 

In occasione della GIORNATA MONDIALE PER LA LOTTA AL FUMO parleremo del POLONIO-210, un ISOTOPO NATURALE del polonio generato dalle CATENE DI DECADIMENTO dell’URANIO-238 e del RADIO-226 e presente nel TABACCO!

Il polonio-210 decade per decadimento alfa in piombo-206 con un tempo di dimezzamento di circa 138 GIORNI.
Questo isotopo del polonio risulta estremamente tossico per l’uomo a causa della sua capacità di emettere particelle alfa ad energia abbastanza sufficiente da danneggiare i tessuti (se ingerito risulta essere 250000 volte del cianuro in rapporto al peso).
Le particelle alfa non risultano un problema se il polonio è mantenuto all’esterno del corpo dato che non sono in grado di penetrare efficacemente la pelle umana.
Per questa sua proprietà è stato impiegato per uccidere il dissidente russo Litvinenko nel 2006.

Il polonio-210 è assorbito naturalmente dal suolo dalle piante di tabacco e di conseguenza è presente nelle sigarette
Questo elemento risulta volatile alle temperature a cui arriva una sigaretta accesa e viene quindi inalato insieme al fumo.
Molteplici studi sono stati portati avanti per quantificare la dose e gli effetti che il polonio presente nelle sigarette possa avere sulla salute dei fumatori.
La dose media annuale derivante dal polonio-210 nelle sigarette (in Egitto) risulta essere di circa 1930 banane (193 microSv) per un fumatore abituale di un pacchetto da venti sigarette al giorno.

Fonti:
Wikipedia (Polonium-210)
https://doi.org/10.1093/ntr/nty111
https://doi.org/10.1016/S0265-931X(03)00118-8

Immagine:
“Polonio e sigarette” – Luigi Suglia

Tags: , ,

More Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Post più letti
Menu