Marmi antichi e Pietre decorativePost
0

Breccia di Sciro o Settebasi

per IL LUNEDÌ CI RIMANGO DI SASSO parleremo della breccia di Sciro.

La breccia di Sciro, o Marmo di Settebasi, è una delle varietà più affascinanti di pietra ornamentale antica. Diffusa in tutto l’impero, si presenta come una breccia calcarea metamorfosata, in cui i clasti bianco-grigi di calcite si mescolano in una pasta di fondo rosso-sangue, assumendo a volte tonalità giallastre o rosate.

L’estrazione di questa pietra avveniva principalmente nelle cave sull’isola di Sciro, nell’Egeo, localizzate lungo la costa occidentale. In particolare le cave di Aliko e Kolouri sono state individuate come siti di estrazione principali di questa varietà di marmo nell’antichità.

Il suo particolare aspetto, pesantemente metamorfosato, è da attribuirsi alla complessa storia tettonica dell’isola di Sciro, dove la messa in posto di sequenze ofiolitiche ha indotto fenomeni di metamorfismo di alta temperatura. Il marmo di Settebasi si presenta anche in una varietà più fine, detta semesanto, ampiamente apprezzata in tempi antichi e in età barocca.

Fonti
Marmora Romana
Karambinis & Lazzarini 2015 The Roman marble quarries of Aliko bay and of the islets of Rinia and Koulouri (Skyros, Greece). In: ASMOSIA 10, Rome , 791–804
Karkalis et al., 2016, Petrological, mineralogical and geochemical data from the eohellenic ophiolitic nappe in the island of Skyros, Greece, Bulletin of the Geological Society of Greece, 50(4), 1867-1877

Immagine
Coppie di busti in breccia di sciro Casa d’aste Babuino

Tags: , , ,

More Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Post più letti
Menu